SPECIALE 72ma #BERLINALE – 10/20 febbraio 2022 #10 (DAY 7): Somewhere over the Chemtrails di Adam Koloman Rybanský

Il ritratto ceco sulla paura dell’altro - Somewhere over the Chemtrails - la recensione di Marina (da Berlino Luigi Noera con la gentile collaborazione di Marina Pavido- Le foto sono pubblicate per gentile concessione della Berlinale) Presentato in anteprima mondiale alla Berlinale 2020, all’interno della sezione Panorama, Somewhere over the Chemtrails è l’opera prima del giovane regista ceco Adam Koloman Rybanský. Standa è un uomo pacifico e di buon cuore che lavora come pompiere in un piccolo villaggio. Egli vive insieme a sua moglie e sta per diventare padre. La sua unica preoccupazione

SPECIALE 72ma #BERLINALE – 10/20 febbraio 2022 #9 (DAY 7): Concerned Citizen di Idan Haguel

Il film israeliano sull’accoglienza - Concerned Citizen – la recensione di Marina (da Berlino Luigi Noera con la gentile collaborazione di Marina Pavido- Le foto sono pubblicate per gentile concessione della Berlinale) Presentato in anteprima mondiale alla Berlinale 2020, all’interno della sezione Panorama, Concerned Citizen è il secondo lungometraggio diretto dal regista israeliano Idan Haguel. Ben è un giovane architetto urbanistico che vive a Tel Aviv insieme al suo compagno Raz, con il quale vorrebbe avere un bambino tramite una madre surrogata. Dopo aver piantato un albero di fronte casa sua, l’uomo si

SPECIALE 72ma #BERLINALE – 10/20 febbraio 2022 #7 (DAY 6): The City and the City di C. Passalis e S.Tzoumerkas

Il film greco sulla shoah in Grecia - The City and the City – la recensione di Marina (da Berlino Luigi Noera con la gentile collaborazione di Marina Pavido- Le foto sono pubblicate per gentile concessione della Berlinale) Presentato in anteprima alla Berlinale 2020, all’interno della sezione Encounters, The City and the City, diretto dai registi Christos Passalis e Syllas Tzoumerkas, racconta il massacro nei confronti della comunità ebraica di Salonicco, che ha avuto luogo dall’inverno del 1943. Non una, ma tante storie si intrecciano in una serie di livelli spazio-temporali. Alcune persone

SPECIALE 72ma #BERLINALE – 10/20 febbraio 2022 #5 (DAY 4): Brother in every Inch di Alexander Zolotukhin

Il film russo sulla fratellanza - Brother in every Inch – la recensione di Marina (da Berlino Luigi Noera con la gentile collaborazione di Marina Pavido- Le foto sono pubblicate per gentile concessione della Berlinale) Presentato in anteprima mondiale alla Berlinale 2022, all’interno della sezione Encounters, Brother in every Inch è l’opera prima del giovane regista russo Alexander Zolotukhin. La storia qui messa in scena è quella di due fratelli gemelli, Mitya e Andrey (impersonati da Sergey e Nikolay Zhuravlev), che vengono addestrati per diventare piloti militari. Pur essendo identici nell’aspetto, i due

“La Napoli di Mio Padre”; una conversazione con #AlessiaBottone, tra ricordi, origini e “napoletanità”

Alessia Bottone è regista, sceneggiatrice e giornalista laureata in Istituzioni e Politiche per i diritti Umani e la Pace con una tesi sulle migrazioni. Nel 2017 consegue il master in sceneggiatura presso l’università di Padova. E’ regista e sceneggiatrice di Violenza invisibile, Ritratti in  controluce e Ieri come oggi, pubblica Amore ai tempi dello stage con Galassia Arte 2013 e nel 2017 con Feltrinelli Papà mi presti i soldi che devo lavorare?. Da giornalista ha ricevuto il “Premio Giornalistico Claudia Ballo” per la sua inchiesta Pfas, il “Premio Alessandra Bisceglia” per la

SPECIALE 62mo Festival dei Popoli – 20/28 novembre 2021 #1 (DAY1)

Diários de Otsoga di Miguel Gomes e Maureen Fazendeiro apre il #FdP62: Gioia e desiderio per il nuovo cinema oltre la pandemia con un frame che è stato scelto per il manifesto 2021 (da Firenze Luigi Noera - Le foto sono pubblicate per gentile concessione di FdP) Sarà la prima nazionale di Diários de Otsoga, il film girato durante la quarantena dalla coppia portoghese al co-debutto Miguel Gomes e Maureen Fazendeiro, a inaugurare il 62° Festival dei Popoli, il festival internazionale del film documentario, al cinema La Compagnia di Firenze, alla presenza

27° #MEDFILMFESTIVAL – ROMA – 5/14 NOVEMBRE 2021: I PREMI

Stravincono Amira di Mohamed Diab e Una storia d’amore e di desiderio di Leyla Bouzid Dopo 10 giorni di kermesse guidati dall'instancabile amorevolezza di Ginella Vocca e la competenza del team composta da Giulio Casadei, Gianfranco Pannone, Alessandro Zoppo e Veronica Flora,  la Giuria del Concorso Ufficiale, composta da Leonardo Di Costanzo, Ippolita Di Majo, Mathilde Henrot, Francesca Mazzoleni, Melania Mazzucco ha assegnato il Premio AMORE E PSICHE per il Miglior Film: Amira di Mohamed Diab (Egitto/Giordania/EAU, 2021, 101’)  “Il film, ispirato da notizie di cronaca come il contrabbando di sperma dei

#BERLINALE – SPOTLIGHT ad Ottobre 2021 alla FESTA DI ROMA

In occasione della Festa di Roma ad ALICE NELLA CITTA un FOCUS con tre film dalla sezione GENERATION della Berlinale 2021. (Le foto sono pubblicate per gentile concessione della Berlinale) Berlinale Spotlight: Generation a Roma Da molti anni la Berlinale è presente in tutto il mondo con programmi appositamente curati. Il Berlinale Spotlight estende il periodo del festival e rende così visibili le attività della Berlinale durante tutto l'anno. Con il titolo Berlinale Spotlight: Generation verrà presentato un programma composto da film dell'edizione Generation 14plus 2021 in collaborazione con Alice nella città, festival dedicato

Film della Critica dal SNCCI: #DriveMyCar di Hamaguchi Ryūsuke

#DriveMyCar di Hamaguchi Ryūsuke, presentato al 74mo Festival de Cannes, vincitore del palmares per la miglior sceneggiatura e distribuito Tucker Film (uscita nelle sale 23 settembre), è stato designato è stato designato Film della Critica dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani – SNCCI con la seguente Motivazione: Confermando le qualità di scrittura e di messa in scena già ammirate nel recente Il gioco del destino e della fantasia, il regista giapponese usa stavolta Čechov per confrontarsi con i desideri e le angosce inespresse: un regista teatrale deve elaborare la perdita

Film della Critica dal SNCCI: #QUIRIDOIO di Mario Martone

#QUIRIDOIO di Mario Martone presentato alla 78ma MOSTRA INTERNAZIONALE D’ARTE CINEMATOGRAFICA distribuito da 01 Distribution –Rai Cinema Spa, (uscita nelle sale 9 settembre), Premio Francesco Pasinetti per la miglior interpretazione maschile: Toni Servillo, nonché  Premio Fondazione Mimmo Rotella assegnato dall’Associazione Culturale Magna Grecia a MARIO MARTONE e TONI SERVILLO per il film Qui rido io, è stato designato Film della Critica dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani – SNCCI con la seguente Motivazione: Con “Qui rido io” Martone esplora intensamente il tema della paternità negata, romanzando con attenzione storica la figura

Top