LORO 1 di Paolo Sorrentino

Rifiutato dal Festival di Cannes, è già uscito nelle sale la prima parte di LORO di Paolo Sorrentino. Si è detto molto di questo nuovo sconvolgente film del regista Paolo Sorenttino bandiera italiana all’estero. Tra qualche giorno uscirà la seconda parte ed allora Vi raccontiamo la prima. Con la sceneggiatura del compagno di avventure cinematografiche di sempre Umberto Contarello, lo spettatore entra con un idea in sala e ne esce con un'altra. Già la scelta di un film in due parti ha fatto parlare anche a sproposito. Film onirico e simbolico.

Speciale Far East Film Fest: On Happiness Road della regista taiwanese Sung Hsin Yin, un pamphlet su Taiwan

Presentato in anteprima europea alla 20° edizione del Far East Film Festival di Udine, On Happiness Road è un interessante lavoro di animazione della regista taiwanese Sung Hsin Yin. Con una forte componente autobiografica, il lavoro ci racconta le vicende di Lin Shu-chi, la quale, dopo essere venuta a conoscenza della morte di sua nonna, decide di tornare per un periodo nella cittadina taiwanese dove è nata e cresciuta – precisamente in via Felicità - e che aveva abbandonato soltanto in età adulta per trasferirsi negli Stati Uniti. L’incontro con i

MAKALA di Emmanuel Gras, vincitore alla Semaine de la Critique di Cannes 2017, presentato al Rendez-vous 2018

Il confine tra cinema del reale e cinema di finzione è, spesso e volentieri, molto più sottile di quanto si possa immaginare. Il difficile, talvolta, sta proprio nel non abbandonare mai tale confine, camminando su di esso quasi a mo’ di funambolo. E quando tale esperimento riesce, i risultati possono essere davvero sorprendenti. Ne sa di certo qualcosa il documentarista francese Emmanuel Gras, il quale ha sorpreso sia pubblico che critica presentando al Festival di Cannes 2017 il suo Makala (peraltro vincitore all’interno della Semaine de la Critique), a sua

Speciale #Far East Film Festival – Steel Rain di Yang Woo-seok film d’apertura della 20° edizione

Presentato come film d’apertura della 20° edizione del Far East Film Festival, Steel Rain è l’ultimo lungometraggio diretto dal sudcoreano Yang Woo-seok, dove si tratta il doloroso tema della scissione tra Corea del Nord e Corea del Sud. La storia qui messa in scena, nella sua drammaticità, ha anche dei toni da commedia e a tratti favolistici. È la storia, questa, di Um Cheol-woo – stimato agente nordcoreano con l’ordine di recarsi nella zona economica speciale di Kaesong – al confine con la Corea del Sud – al fine di assassinare due uomini che

Dei opera prima di Cosimo Terlizzi presentato al Bif&st 2018 ci mostra la dualità adolescenziale e le nostre radici

Presentato in anteprima come evento speciale al Bif&st 2018, Dei è il primo lungometraggio a soggetto di Cosimo Terlizzi, il quale ha un importante passato nel mondo del documentario e della videoarte e che qui ha deciso di cimentarsi nella difficile impresa del raccontare l’adolescenza e il sempre difficile percorso di crescita. È questa la storia di Martino, diciassettenne appassionato di filosofia che sogna di potersi iscrivere un giorno alla vicina università di Bari e che, pertanto, vi si reca quasi quotidianamente con la sua migliore amica Valentina, pur essendo consapevole

Ricomincio da noi è una gradevole commedia diretta dall’inglese Richard Locraine

Sandra, non più giovane, scopre che suo marito la tradisce da tempo con una presunta amica. decisa a lasciarlo, la donna si trasferirà a Londra a casa della sorella Bif, che non vede da molti anni. Bif, molto diversa da lei, è decisa a godersi la vecchiaia e frequenta un corso di ballo e numerosi amici. Sarà accanto a lei che anche Sandra, finalmente, imparerà a prendere il controllo della propria vita e a capire ciò che desidera realmente. Malgrado il tema non troppo nuovo, malgrado anche una pericolosa prevedibilità, questo

The Constitution – Due insolite Storie d’Amore di Rajko Grlic, ovvero il tema universale dell’integrazione

Nelle sale italiane dal 5 aprile, The Constitution – Due insolite Storie d’Amore è l’ultimo, pluripremiato lungometraggio di Rajko Grlic e distribuito in Italia da Cineclub Internazionale. Vjeko è un insegnante croato di mezza età che, dopo la morte del compagno, vive con il padre gravemente malato. L’uomo è solito indossare abiti femminili, per poi uscire, di notte, a bere qualcosa in un bar sotto casa. Una sera, però, viene pestato a sangue da un gruppo di teppisti che non sopportano gli omosessuali. A venirgli in aiuto sarà la sua vicina di casa, infermiera

La Disney fa cilecca con Nelle Pieghe del Tempo per la regia della visionaria, magnetica e surreale Ava DuVernay

Nelle sale italiane dal 29 marzo, Nelle Pieghe del Tempo è l’ultimo lungometraggio prodotto dalla Disney e diretto dalla visionaria regista Ava DuVernay, tratto dall’omonimo romanzo scritto nel 1959 da Madeleine L’Engle. La storia messa in scena è quella della giovane Meg Murry, figlia di due fisici di fama mondiale e con grandi problemi di autostima, in quanto non sempre accettata dai suoi coetanei a scuola. Suo padre è misteriosamente scomparso da anni e sua madre ha il cuore a pezzi. Sarà il fratello minore Charles Wallace, tuttavia, a presentare alla giovane tre

Direttamente dal Torino Film Festival un gioiellino con Willem Dafoe candidato Oscar

Nelle sale italiane dal 22 marzo, Un Sogno chiamato Florida è l’ultimo lungometraggio del cineasta indipendente Sean Baker, presentato in anteprima al Torino Film Festival 2017 e che ha visto la candidatura di Willem Dafoe per l’Oscar al Miglior Attore Non Protagonista. Moonie, Scotty e Jancey sono tre bambini di sei anni che vivono in Florida, alle porte di Disneyland, ma in una zona del tutto periferica e abbandonata, insieme alle rispettive madri. Per loro la vita non è facile, eppure, con i loro occhi di bambini, riusciranno a vedere il bello in tutto, passando

Oh Mio DIO! Di Giorgio Amato è un film che conquista anche i meno credenti a cominciare dal Regista.

In sala dal 26 marzo. Non è un caso che sia durante la settimana Santa! E’ una storia originale attualizzata con risvolti pasoliniani. Sebbene le intenzioni del regista erano di mostrare e sperimentare il sincretismo (come da lui spiegato in conferenza stampa) tra la fede e la pratica di ogni giorno, il risultato finale è un atto di profonda fede se si pensa per esempio alla scena finale della Resurrezione. Ma ecco dallo stesso autore alcune note che sintetizzano il suo lavoro che ad onore di cronaca è indipendente conquistato con

Top