Speciale LOCARNO71: È il film Sibel a vincere il premio ecumenico a Locarno

La Giuria Ecumenica del Festival del Film di Locarno ha conferito il Premio 2018 a Sibel di Guillaume Giovanetti e Çağla Zencirci (Francia, Germania, Lussemburgo, Turchia 2018) Il film racconta la storia di una giovane donna, Sibel, che vive in un villaggio vicino al Mar Nero in Turchia. I membri di questa comunità mantengono ancora le tradizioni ancestrali e in particolare il loro modo di comunicare attraverso un linguaggio speciale. Sibel è emarginata perché è silenziosa. Trascorre la maggior parte del suo tempo nella foresta dove cerca di vivere la libertà che le

SPECIALE LOCARNO #71: DAY-5 L’ultima volta di Carlo Chatrian alla guida del Festival

Da Locarno Luigi Noera (le foto sono pubblicate per gentile concessione del Festival di Locarno) Con un commiato nello stile del Festival più popolare del Vecchio Continente così esordisce Carlo Chatrian nel  suo Love Letters – Locarno71: “Vorrei collocare questa edizione all’insegna dell’umanesimo. Mettere al centro del programma l’uomo può apparire scontato; tuttavia mi pare che mai come in quest’epoca le persone abbiano paura di guardare in faccia al prossimo. Si preferisce abbassare lo sguardo, farlo cadere su un piccolo monitor che non ci abbandona mai e che, come una coperta di

Il cinema attraverso i Grandi Festival torna la rassegna DA VENEZIA A ROMA, dopo LOCARNO A ROMA

Nell’ambito del progetto Il cinema attraverso i Grandi Festival dopo la rassegna LOCARNO A ROMA, appuntamento molto atteso da tutti gli appassionati di cinema, giunto alla 17° edizione, che si è svolto dal 6 al 9 settembre all’interno dell’arena di Notti di Cinema a Piazza Vittorio, oggi torna la rassegna DA VENEZIA A ROMA. L’iniziativa fa parte del programma dell’Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita Culturale e realizzata in collaborazione con SIAE. Ideata ed organizzata da Anec Lazio, in collaborazione con CityFest – Fondazione Cinema per Roma. La

Speciale #LOCARNO70 : I Premi dividono giuria e critica mentre la Francia fa il pieno dei Pardi

Non poteva essere altrimenti visto che la selezione 2017 che consta oltre cinquanta opere inedite è caratterizzata come abbiamo già detto da una presenza massiccia di film d’0ltre Alpe (circa un terzo dei titoli inediti). La curiosità è che come accade spesso la Giuria prende le distanze dalla critica assegnando il Gran Premio del Festival e della Città di Locarno al film: MRS. FANG di WANG Bing, che purtroppo non abbiamo visto ma che ha goduto invece di un terzo posto della critica tra le più autorevoli ed in particolare

#LOCARNO70 – I vincitori

La kermesse locarnese volge al termine e ieri sera sono stati consegnati durante la Cerimonia Ufficiale i premi ai vincitori delle varie sezioni seguita dalla proiezione di GOTTHARD - ONE LIFE, ONE SOUL, di Kevin Merz. Ma ecco i film premiati: Concorso internazionale Pardo d’oro MRS. FANG di WANG Bing, France, China, Germany Premio Speciale Della Giuria (Special Jury Prize) AS BOAS MANEIRAS di Juliana Rojas, Marco Dutra, Brazil, France Pardo per la Miglior Regia F. J. OSSANG for 9 DOIGTS, France, Portugal Pardo per la Miglior Interpretazione Femminile ISABELLE HUPPERT in MADAME HYDE di Serge Bozon,

#Locarno70: la Francia predomina in numero e qualità.

La selezione 2017 che consta oltre cinquanta opere inedite è caratterizzata come abbiamo già detto da una presenza massiccia di film d’0ltre Alpe (circa un terzo dei titoli inediti a fronte di una decina di titoli sempre inediti italiani) a rimarcare la crisi che attraversa la cinematografia italiana. Dobbiamo dire che a parte due o tre eccezioni la selezione del 70mo di Locarno non eccelle mentre i i film della sezione indipendente della Settimana della Critica per la loro qualità e argomento hanno richiamato la nostra attenzione. Siamo riusciti a

Speciale 69FF Locarno: Il vento che soffia dall’Est sbanca il Festival che va a Salonicco

Si è chiusa la 69ma edizione del Festival del film Locarno, la quarta edizione all’insegna della direzione artistica curata da Carlo Chatrian, che ha assegnato il Pardo d’oro al film Godless della regista bulgara Ralitza Petrova. La serata conclusiva di Piazza Grande ha visto protagonisti i tanti cineasti dell’Est europeo che sono premiati. Dopo è seguita la proiezione dello spettacolare film di chiusura Mohenjo Daro con la grandiosa messa in scena di Ashutosh Gowarike. Ma ecco i film premiati dei quali abbiamo avuto il piacere di parlarvi e la fortuna di

Speciale 69FF Locarno: il vento che soffia dall’Est mette un’ipoteca sui Pardi

Già dalla presentazione dei film selezionati per il Concorso Internazionale l’attesa era grande, e nel fine settimana abbiamo avuto modo di vedere, tra gli altri,  una terna di possibili vincitori tutti provenienti da quello che era una volta l’Est europeo. A dimostrazione ancora una volta del fermento culturale post comunista in atto in quei paesi. In ordine di gradimento si pone al primo posto INIMI CICATRIZATE del rumeno Radu Jude, ben noto con Aferim. Sebbene superi di mezzora i fatidici 120 min e tratti l’argomento ostico della sofferenza, lo spettatore

Speciale 69FF Locarno: dopo Bud Spencer è la volta della serie TV GOTTAHRD!

Ieri un primo assaggio di festival con la proiezione del film che incoronò il duo Terence Hill e Bud Spencer nel nuovo genere. Domani invece lo sguardo in prima mondiale della fortunata coproduzione tra Svizzera, Germania e Repubblica Ceca dal titolo GOTTHARD. Ma veniamo alle novità di quest’anno che sono sintetizzate così dal Direttore artistico Carlo Chatrian: “Dedico a Michael Cimino e Abbas Kiarostami quest’edizione. Non solo come ringraziamento per le emozioni che hanno regalato al pubblico del Festival, ma anche perché rappresentano quel cinema che a Locarno è di

Speciale 69FF Locarno: a due giorni dall’inizio dopo Bud Spencer è la volta della serie TV GOTTHARD

copyright © Festival del film LocarnoIeri un primo assaggio di festival con la proiezione del film che incoronò il duo Terence Hill e Bud Spencer nel nuovo genere. Domani invece lo sguardo in prima mondiale della fortunata coproduzione tra Svizzera, Germania e Repubblica Ceca dal titolo GOTTHARD. Ma veniamo alle novità di quest’anno che sono sintetizzate così dal Direttore artistico Carlo Chatrian: “Dedico a Michael Cimino e Abbas Kiarostami quest’edizione. Non solo come ringraziamento per le emozioni che hanno regalato al pubblico del Festival, ma anche perché rappresentano quel cinema

Top