31 ° Tokyo International Film Festival: non solo il Giappone ma anche l’Italia riceve il dovuto riconoscimento.

Alla Cerimonia di premiazione del 31 ° Tokyo International Film Festival non solo il Giappone ma anche l’Italia riceve il dovuto riconoscimento. La cerimonia, pressol’ex  Theatre Roppongi, è iniziata con l'annuncio dei vincitori del Tokyo Gemstone Award, istituito lo scorso anno per onorare attori e attrici emergenti. Quest’anno sono stati premiati Mai Kiryu (Mentire per la mamma, Il crisantemo e la ghigliottina), Lien Binh Phat (La scatola dei tocchi), Karelle Tremblay (Le lucciole sono sparite) e Nijiro Murakami (La pistola). Kiryu, che è apparso in non uno ma due film al TIFF

31mo TOKYO FILM FESTIVAL: l’oriente guarda all’occidente – Edorado De Angelis in Concorso

Nella sezione Concorso, sono stati selezionati 16 film tra 1.829 titoli, che rappresentavano il maggior numero di voci in TIFF, provenienti da 109 paesi e regioni. Rappresentando i due titoli giapponesi in questa sezione competitiva principale, il regista Junji SAKAMOTO di Another World, e la regista Rikiya IMAIZUMI e l'attrice Yukino KISHII di Just Only Love, sono stati accolti sul palco e hanno fatto osservazioni. Ma parliamo innazitutto della giuria del concorso internazionale con Il regista Brillante Ma MENDOZA (Filippine), vincitore del premio per la miglior regia al Festival di Cannes,

#Asiatica – Incontri con il cinema asiatico XVIII Edizione

17-20 dicembre 2017 Cinema Quattro Fontane Roma Da 18 anni Asiatica porta a Roma film, musica e incontri con autori e personalità del mondo asiatico, promuovendo e sostenendo sul territorio di Roma la diffusione delle espressioni culturali asiatiche. L'Idea cardine di costruire un originale canale di comunicazione e scambio tra Roma e le più importanti metropoli asiatiche, sarà anche quest'anno alla base dei nuovi titoli tra lungometraggi a soggetto e documentari in gran parte inediti in Italia. Attraverso lo strumento del linguaggio audiovisivo, Asiatica si propone di intensificare le conoscenze culturali, sociali

Speciale #TIFF30th – Nessuno è profeta in patria: Cratere vince il Premio Speciale della Giuria

Mentre è ancora in corso la Festa di Roma 12ma edizione ecco che ci giunge la notizia dall’Estremo Oriente che l’unico film italiano CRATERE in concorso al Festival di Tokyo vince il Premio speciale della Giuria. Passato in sordina alla SIC di Venezia ci era sembrato il migliore di quelli selezionati per la novità del linguaggio utilizzato dove la realtà si confonde con la finzione. Ma anche e soprattutto per il tema trattato: le aspirazioni dei genitori nei confronti dei figli che però dovrebbero scoprire I propri talenti da soli. Sinossi Il cratere

Top